MU - BUS

IL PULMINO DELLA SCIENZA
H
A FATTO TAPPA A BEDONIA

 

 

 

Il MU-BUS, Pulmino della Scienza in viaggio tra i musei della Provincia di Parma, ha fatto tappa anche a Bedonia presso il Polo Museale del Seminario.
Nel 2011 aveva visitato i musei etnografici, quest’anno il filo conduttore: “I viaggi nel tempo”, sotto diversi aspetti e punti di vista, ha fatto s che il Museo Archeologico Severino Musa si prestasse ottimamente alle finalità del progetto, che si propone di avvicinare soprattutto bambini e ragazzi ai musei con un percorso didattico che li renda adatti, fruibili e vicini ai loro interessi.
La doppia funzione di acquisizione di conoscenze sul nostro passato e uso delle realtà museali disponibili, stata splendidamente coniugata dall’iniziativa, completamente gratuita finanziata dall’Amministrazione Provinciale, progettata e curata da Emanuela Colombi e Lara Albanese.
Giovedì 15 novembre prima tappa del MU-BUS presso il Seminario di Bedonia su
“Come vivevano gli uomini primitivi!”.

Il mattino laboratorio per le scuole. Hanno partecipato gli alunni delle classi IV A, B, C della Scuola Primaria di Borgo Val di Taro accompagnati dai loro insegnanti. Emanuela Colombi coordinatrice della giornata e animatrice dell’
incontro ha coinvolto e appassionato gli studenti con: il “Teatro delle ombre”, per introdurre il significato del musei e il senso del tempo utilizzando i reperti dei musei e soprattutto del Museo di Archeologia; il “Percorso sull’evoluzione dell’uomo” coinvolgendo direttamente i bambini con l’aiuto di maschere; “Esperimenti di statica, di equilibrio ed analisi dei materiali.Il pomeriggio apertura al pubblico per adulti, bambini, ragazzi. Infine il Professor Angelo Ghiretti, archeologo dell’Università di Parma che da un trentennio studia e scopre le tracce degli uomini primitivi nel nostro Appennino e che ha curato e allestito con grande professionalità il museo, ha tenuto nella sala archeologica una interessantissima conferenza su “L’uomo preistorico nella Valle del Taro”. Il racconto delle vicende, dei luoghi, degli strumenti, delle espressioni artistiche degli uomini preistorici che hanno frequentato e popolato le nostre valli ha affascinato i presenti e dato vita ai reperti del museo frutto anche delle ricerche e delle collezioni di appassionati locali quali Severino Musa e Natale Bruni. “Bilancio più che positivo - ha commentato la coordinatrice Colombi - ringrazio anche i collaboratori del Seminario che hanno concorso alla buona riuscita”. E noi ringraziamo lei per l’opportunità che ci è stata offerta e ci auguriamo che iniziative come questa possano ripetersi anche in futuro.

Maria Giovanna Bassi

 


 

Foto realizzate da Roberto Pardini

 



 

Planetario di Bedonia, via Stefano Raffi,30  -  43041 Bedonia Parma